Data elezioni regionali, Bonaccini: 'Voto a novembre? L'Emilia-Romagna viene prima'

"In diversi mi avevano raccomandato di anticipare il voto per la fine di novembre, per capitalizzare il distacco di consenso che mi separerebbe da Borgonzoni e da altri candidati dalla destra"

"In diversi mi avevano raccomandato di anticipare il voto per la fine di novembre, per capitalizzare il distacco di consenso che mi separerebbe da Borgonzoni e da altri candidati dalla destra". Lo dichiara il presidente della Regione Stefano Bonaccini, via social, tornando sulla data del voto, il 26 gennaio 2020, decisa ufficialmente oggi.

Il presidente dem fa riferimento al sondaggio commissionanato dal PD, dal quale emergerebbe un discretto distacco dalla candidata leghista Lucia Borgonzoni: "Posto che saranno i cittadini col voto reale a stabilire chi dovrà governare questa Regione nei prossimi cinque anni, quanto ho detto per gli altri vale anzitutto per me. L'Emilia-Romagna viene prima".

Regionali, sondaggio PD: Bonaccini distacca Borgonzoni

Bonaccini risponde infatti a Lucia Borgonzoni, la candidata della Lega, che oggi lo ha accusato di tenere in ostaggio i cittadini per fare inciuci. "La mia sfidante- scrive il governatore- non ha perso l'occasione nemmeno stavolta di ricorrere all'insulto personale. Non intendo scendere a quel livello, perchè per me in politica ci sono avversari da battere, non nemici da abbattere, e la buona educazione dovrebbe essere la premessa di ogni impegno istituzionale. Ricordo però che gli interessi dell'Emilia-Romagna vengono prima degli interessi di partito e se ti candidi a governare questa Regione devi abituarti ad anteporre il bene degli emiliano-romagnoli a quel che preferisci per te". 

Lucia Borgonzoni dal palco di Pontida: "Alle Regionali possiamo liberare l'Emilia-Romagna" 

Approfondimenti
  • Bonaccini Vs Borgonzoni: si accende subito la sfida per le elezioni regionali

  • Elezioni regionali, Pizzarotti: 'Alleanza Pd-M5S? Dove c'è Bugani io non ci sarò'

Argomenti

Potrebbe interessarti